Una vittoria strappata all’ultimo secondo! - Recap Finali con Quaxpy

Una vittoria strappata all’ultimo secondo! - Recap Finali con Quaxpy

Con un pizzico di nostalgia ci troviamo a dover scrivere l’ultimo capitolo di questa grande storia che è stata la competizione su Crash Team Racing: Nitro Fueled targata ESL e PlayStation.

Nostalgia sicuramente giustificata da tutto ciò che questo torneo ha saputo darci e da ciò che è significato per tutti gli otto ragazzi che, in questo, ci hanno messo il cuore.

L’emozione di una finale dal vivo è qualcosa che la maggior parte di loro non ha mai provato, e di sicuro non così da protagonisti! Ma dato che queste emozioni possono dipingerle sicuramente al meglio proprio loro, abbiamo oggi qua con noi il mentore del buon Nemos e l’idolo della competizione: Quaxpy!

Tsaneto: Benvenuto Quaxpy! Parlaci un po’ di te, prima di tutto.

Quaxpy: Ciao a tutti! Mi chiamo Michael, ho 23 anni e studio informatica.

Sono un grande appassionato di tecnologia e di videogiochi. Provo un amore viscerale nei confronti di Crash Team Racing, sin dall'originale. Ho iniziato a giocarci in modo competitivo verso la fine del 2015, e da lì è stato come una droga. Ora mi diletto principalmente sul Nitro Fueled.

Tsaneto: Forse la presentazione è superflua, dato che la community di CTR italiana si è rivelata molto unita. Cosa ci dici, per l’appunto, della community del tuo gioco?

Quaxpy: Banalmente, è fantastica. La community aveva già delle solide basi grazie al gioco originale, ma con questo remake si è ampliata con personalità assolutamente gradite. Siamo davvero tutti dei bravi ragazzi e vado d'accordo sostanzialmente con chiunque. Non potrei chiedere di meglio sotto questo punto di vista. Per me è come avere una seconda famiglia, solo molto più numerosa.

Tsaneto: Ormai questa prima edizione del torneo è finita. Cosa ne pensi dell'opportunità che ha saputo essere? Come valuti questa esperienza?

Quaxpy: Senza fare tanti giri di parole, è quello che noi giocatori (storici) abbiamo sempre desiderato. Nessuno avrebbe potuto immaginare un giorno saremmo arrivati a questo punto, stiamo vivendo un sogno.

Penso che ESL abbia fatto un'ottima scelta a organizzare un campionato del genere proprio nel nostro paese. Posso affermare con certezza che la nostra community sia una delle più forti a livello globale, con pochi paesi a poterci tener testa (giusto la Germania e gli Emirati Arabi). Ciò ha permesso a tutti di godere di uno spettacolo di altissimo livello, due giocatori come FGTurismo21 e Oxide non si trovano facilmente, credetemi.

In ogni caso, spero che anche altri paesi possano avere le stesse possibilità che abbiamo avuto anche noi, e perché no, un giorno magari con un torneo globale (o almeno continentale).

Per quanto mi riguarda, l'esperienza è stata assolutamente positiva. Nonostante le mie performance, mi sono divertito e sono migliorato parecchio come giocatore.

Ho avuto modo di legare ancor più con gli altri finalisti, di conoscere Nemos e di diventare in qualche modo una personalità riconoscibile nella community.

Penso di aver comunque performato peggio di quel che sono le mie reali abilità, ma tutto sommato devo ancora migliorare parecchio; beh, ci proverò!

Tsaneto: Nonostante i risultati, sei stato presenza fissa e mascotte del torneo ed è anche grazie a te che è stato tutto così appassionante. Ma quali sono le previsioni per il tuo futuro e per quello del torneo?

Quaxpy: Prima di tutto, grazie per le belle parole spese in mio favore!

Mi trovo davanti a un bivio. Adoro il gioco e giocarci è divertentissimo, ma mi sento anche attratto dalla carriera di caster. Penso che per ora sia ancora meglio provare ad avere esperienze sul campo, ma per il futuro chissà!

Spero di poter tornare a partecipare a tornei simili a questo, ma sarà tosta data la presenza di giocatori molto forti non ancora noti al grande pubblico.

Per quanto riguarda il torneo, mi piacerebbe tantissimo avere nuovi tornei analoghi a quello appena conclusosi, ma allo stesso tempo penso che sarebbe veramente interessante portare anche un format per quanto riguarda le corse a squadre (in gergo tecnico, le clan war), dove l'utilizzo delle armi e la comunicazione tra i compagni sono dei fattori determinanti per la vittoria. Penso che offrirebbe un po' di varietà!

Tsaneto: Parliamo ora un po’ delle finali di domenica. Pensi che il risultato finale sia stato veritiero, meritato? E’ andata come ti aspettavi?

Quaxpy: Mi sono consultato con gli altri prima della finale, e la percezione generale era che Oxide fosse leggermente più forte di FGTurismo. Ci tengo a ribadire che conosco personalmente tutti i finalisti e voglio bene a tutti loro, ma con FGTurismo ho un legame un po' più forte rispetto agli altri. Abbiamo iniziato a giocare al vecchio CTR nello stesso periodo, e pensate un po', inizialmente ero io a dare una mano a lui.

Poi però è migliorato in maniera esponenziale ed è arrivato a competere a livelli che spettano solamente a lui e a pochi altri. Attualmente è il settimo giocatore più forte al mondo per quanto riguarda il CTR originale. Scusate la digressione.

Per quanto riguarda il resto, è andato tutto secondo le previsioni. Orso un ottimo giocatore che è migliorato tantissimo, ma non può nulla contro due forze della natura come i primi due posizionati. Vacchiano è un pazzo che cerca sempre di andare al massimo, ma questo lo porta a prendersi dei rischi un pelo eccessivi, e spesso deve pagarne le conseguenze.

Vittoria meritata per Oxide, si è dimostrato più costante del diretto concorrente e ciò lo ha portato a trionfare.

Tsaneto: Senti di poter dire che sarà un’esperienza da rifare? Hai qualche rimpianto per l’edizione appena conclusa e qualche aspettativa - in generale - su un’eventuale futura?

Quaxpy: Assolutamente sì! Questi eventi danno un pretesto a tutta la community per ritrovarsi e comunque i tornei sono a dir poco mozzafiato. Tutto merito dell'altissimo livello raggiunto dai giocatori italiani. Al momento ben 16 record mondiali su 70 sono ufficialmente italiani (senza considerare quelli che i giocatori tengono nascosti... Ora potete capire perché a Oxide urlavamo che è un pagliaccio).

Beh, il rimpianto principale è ovviamente quello di non essere stato tra i finalisti, ma per ora sono ancora lontano dal loro livello. Un altro grosso rimpianto è stato quello di non aver avuto Kaaarmazed a Roma, era l'unico giocatore tra noi otto a mancare.

Personalmente mi sarebbe piaciuto se CTR avesse avuto più visibilità. Le finali erano allo stesso orario della sessione di Pow3r, e ciò lo ha eclissato in parte. Inoltre, penso che sarebbe molto più bello avere otto finalisti nella fase live, con due gironi atti a determinarli. Ciò darebbe spazio ad altri giocatori assolutamente meritevoli, e credetemi che ce ne sono parecchi.

Tsaneto: E per concludere, un saluto a tutta la community!

Quaxpy: Un grosso saluto dal giocatore più gufato al mondo e una raccomandazione. Seguite il lato competitivo del gioco se siete un minimo avvezzi, è uno spettacolo godibile da chiunque e assolutamente immersivo. Il futuro del gioco dipende anche da voi!

Sicuramente è impossibile non essere concordi con il nostro Quaxpy, che oltre a saperla lunga è stato presente alle finali e ha potuto sentire tutta l’adrenalina del momento, il tifo quasi esagerato e la tensione per ogni gara da disputare.

Ma entriamo più nel dettaglio in quello che è stato il momento conclusivo del torneo.

La finale si apre con i quattro classificati già in possesso di un certo vantaggio in base, appunto, alla posizione raggiunta.

Oxide, classificatosi primo, ha un vantaggio di 5 punti, Turismo di 3, OrsoBruno di 1 e Vacchiano, che si è giocato la qualifica proprio l’ultimo giorno, parte da zero a costruire il suo vantaggio - 8 punti in caso di primo posto, 5 per il secondo, 3 per il terzo e 1 per il quarto e ultimo posto.

Si gareggerà su otto piste - ciascun giocatore ne sceglie due - e a vincere sarà chi avrà totalizzato il maggior numero di punti.

Il primo terreno di scontro è stata la Rocca Cortex, scelta proprio da Oxide, piena di curve strette: evitare le collisioni è consigliato!

Oxide che si classifica solo terzo, lasciando Turismo e Orso Bruno ai piani alti del podio, rispettivamente primo e secondo.

Colosseo Mobile a seguire, scelta da Turismo, dove a trionfare sarà proprio lui - di nuovo. Inizia così a mettere parecchia distanza tra lui e gli altri, soprattutto tra il suo più diretto avversario Oxide.

Il Vicolo degli Androidi di Orso Bruno mette finalmente Turismo in difficoltà e lascia spazio a Oxide per riprendere la rincorsa.

Prima dello showmatch di pausa - al quale parteciperanno i nostri amati e versatili caster - c’è però ancora una corsa da disputare. Corsa che si svolge sulla Pista Turbo, decisa da Vacchiano, che ancora non è riuscito a imporsi in questo finale di competizione. Nemmeno a farlo apposta, sarà proprio lui a questo giro ad aggiudicarsi il primo posto, ribaltando la situazione: solo ultimo Oxide, che accusa un bel colpo.

Seconda e ultima manche della giornata e quindi dell’intero torneo, la prima delle quattro piste interessate è l’Iperstrada Galattica: qua le gerarchie sembrano ristabilirsi, con Turismo e Oxide che tornano alla testa della classifica.

I due sono a soli cinque punti di distanza: tutto è ancora da decidere, e ormai le occasioni iniziano a scarseggiare - mancano solo tre gare alla fine.

Oxide non può sbagliare, e lo sa. Si prende il primo posto su All’Assemblaggio, mentre Turismo cade rovinosamente all’ultimo facendo sì che si riaprono ufficialmente i giochi: Oxide supera Turismo con un solo punto, 35 su 34.

Per non farci mancare niente, in Gola delle Meteore, Oxide passa l’intera gara a cercare di recuperare Turismo che taglia però inesorabilmente il traguardo per primo.

Ancora una volta sarà deciso tutto all’ultimo, sul nostro amato Canyon Dingo, la pista di Oxide - e anche la pista degli Armadilli.

Nel frattempo, resta aperta la lotta per il terzo-quarto posto tra Orso Bruno e Vacchiano.

E alla resa dei conti, a lanciarsi senza tentennamenti verso la coppa, è Oxide. Con un enorme stacco, taglia il traguardo per primo, seguito da Orso Bruno - che va così a prendersi il terzo posto - da Vacchiano, e infine da Turismo, che si gioca il torneo con questo errore sul finale.

Si conclude così la nostra storia. Oxide alza la coppa, Turismo sicuramente non aspetta altro che una seconda occasione per dimostrare quanto vale.

Orso Bruno ha tirato fuori tutto il suo potenziale e sicuramente ha ancora tanto da farci vedere, mentre il buon Vacchiano lascia comunque il palco da vincitore per tornare dalla sua Iolanda e dal loro matrimonio.

Oltre ad augurarci un futuro ancor più roseo di questo esordio nel mondo competitivo di questo titolo davvero avvincente, non possiamo far altro che stringere virtualmente la mano a tutti i partecipanti - e magari augurarci di rivederli presto!