ESL Vodafone Championship: le pagelle e la tier list della Winter Season

ESL Vodafone Championship: le pagelle e la tier list della Winter Season

Senza quasi un attimo di pausa ricomincia l’ESL Vodafone Championship: colpi di mercato, tante novità e un trofeo da conquistare.

La stagione estiva dell’ESL Vodafone Championship si è appena conclusa alla Milan Games Week con la vittoria dei Samsung Morning Stars sui Racoon. Per gli SMS è il primo trofeo conquistato su League of Legends ma rappresenta anche l’accesso alla competizione europea targata ESL: l’European Cup che si disputerà in Italia il 30 e 31 ottobre a Lucca nella splendida ESL Cathedral che ormai da diversi anni ospita gli esports in occasione del Lucca Comics&Games. 

Lo split che ci accompagnato per tutti i mesi estivi, da maggio fino a settembre, ha proposto una competizione di livello mediamente meno qualitativo dei giocatori rispetto alle edizioni precedenti: in molti hanno preferito schierare le seconde linee per dare loro un’occasione di mettersi in mostra, fare esperienza sul campo e tentare di insidiare i titolari. Per la Winter Season, complice l’assenza nel periodo ottobre-dicembre di altre competizioni legate a League of Legends, con la presentazione dei nuovi roster le squadre hanno mandato un chiaro segnale al campionato: tutti vogliono essere protagonisti, nessun comprimario. 

In particolare alcune squadre hanno chiaramente impostato il mercato nell’ottica di creare un roster che abbia come unico obiettivo la vittoria finale. Prima di passare all’esame dei roster e alle pagelle delle squadre, è tuttavia utile ripassare la struttura del torneo. Otto squadre partecipanti, due in meno rispetto alla scorsa stagione. Nessuna new entry: Cyberground Gaming e Manguste Esports sono riuscite a mantenere il proprio posto vincendo il Promotion Tournament, al contrario di ViS Lions, non iscrittasi, e del Team Amelia che non è riuscita ad andare oltre i quarti di finale. 

La competizione si svolgerà su una prima fase di Stagione Regolare distribuita su sette giornate con partite Bo2: le squadre si affronteranno quindi una sola volta nell’arco del campionato ma con partite alla meglio delle due, con il pareggio che rimane come negli scorsi split un risultato possibile. Al termine di questa prima fase le sei migliori squadre avanzano ai playoff: le prime due direttamente in semifinale mentre dalla terza alla sesta classificate partono dai quarti di finale. 

Prendendo in esame i risultati dei tornei passati, partendo dall’ESL Italian Championship 2016 e attribuendo un punteggio percentuale minore ai risultati più lontani nel tempo, storicamente e statisticamente il miglior team risultano gli Outplayed con 36,20 punti: pesano soprattutto le due vittorie del Summer e Winter 2018 e un secondo posto. Seguono i QLASH Forge con 28,53 con una sola vittoria, nel Winter 2017, e due secondi posti. Terzi, in virtù del trofeo appena conquistato alla Milan Games Week, i Samsung Morning Stars che inglobano nel loro punteggio anche i risultati degli Inferno Esports. Quarti infine i MOBA ROG, grazie in particolare agli ottimi piazzamenti nelle due regular season, salvo poi perdersi nei playoff.

Altro dato interessante è il minor numero di giocatori italiani rispetto allo scorso anno: si passa dal 74% al 70% della Winter, considerando in entrambi i casi solo i titolari al momento della partenza del campionato. Si tratta di una percentuale che certifica quanto le squadre abbiano realmente deciso di investire nel campionato anche utilizzando giocatori stranieri, seppure limitati nella nuova regola sulla residenza come criterio imprescindibile per essere considerato italiano e non import. Tale dato in realtà salirebbe al 77,5% se si considerassero totalmente italiani giocatori come Acefos, Librid e Degh Sama, di nazionalità straniera solo sulla carta, essendo a tutti gli effetti nostri connazionali di fatto. 

Dopo un po’ di dati e numeri è arrivato il momento di capire meglio le potenzialità delle squadre in questa nuova stagione, suddividendole per tier, ovvero per i diversi gradi di aspettative che, basandoci sulla pura speculazione della vigilia, i team mostrano. Con l’aggiunto del voto, da 1 a 10, al mercato operato dai rispettivi manager per comporre la formazione migliore.

S-Tier

QLASH Forge - Voto Mercato: 10. Un team che conta innumerevoli vincitori di titoli nazionali, accomunati da una sinergia già presente, non può non meritare di essere l’unico a trovarsi al grado massimo. Le aspettative sono altissime: Gabbo ha già giocato con Demon nella scorsa stagione; al tempo stesso il jungler è ex compagno di squadra sia di Brizz che di Bullet. L’unico apparentemente fuori dal coro sembra essere Librid ma il midlaner non ha mai avuto in realtà problemi di inserimento nell’ultimo anno con i CP Sparks da cui proviene. Promettono scintille.

A-Tier

Samsung Morning Stars - Voto Mercato: 6 ½ +1. Sarebbe una sufficienza piena se non fosse che aver convinto Acefos a ritornare a giocare in competitivo è una mossa di mercato che da sola vale un punto intero. Grinta, determinazione, è un trascinatore dentro e fuori dalla Landa ed è probabilmente la mossa migliore che potessero fare per tentare di riconfermarsi campioni. Ottima scelta anche RawbinIV, jungler ex CP Sparks, che esordirà per la prima volta nel campionato dell’ESL Vodafone Championship: tanta esperienza e carattere da vendere. Convincono meno gli altri arrivi: non per qualità ma per i loro caratterini. Eppure gli SMS già in passato hanno dimostrato di saper gestire talenti di questo tipo. Menzione particolare per Saddy che ha conquistato la riconferma come titolare dopo la splendida prestazioni nella stagione estiva.

Outplayed - Voto Mercato: 9. Rharesh e DarkChri sono indiscutibilmente una delle migliori coppie italiane in botlane. Sono un sinonimo di garanzia lato prestazioni e lato comportamentale e pazienza se il botlaner continua a sostenere di volersi ritirare: ogni split ritorna più carico e motivato di prima. Segnalazione per Deidara: dopo uno split in panchina negli Sparks ha finalmente l’occasione di tornare a brillare. Occhio anche a Energy che a inizio 2019 aveva brillato con i Cyberground.

B-Tier

MOBA ROG - Voto Mercato: 6. Con l’arrivo di Endz, come si era vociferato, sarebbe probabilmente stato 8 il voto al mercato ma non sempre le belle storie si concludono. Il giocatore estone ha preferito optare per un’altra meta e il roster dei MOBA ROG diventa improvvisamente sufficiente per arrivare in Top6. Bene la conferma di Khema, Aki e Click, capisaldi della formazione; giusto puntare su Stenbosse che tanto bene ha fatto con i Dropz nei mesi scorsi; non male l’arrivo di Guubi. Ma nella realtà dei fatti non appare essere un team coeso, fatto di tanti piccoli pezzi che sarà difficilissimo incastrare fra loro. Da notare l’assenza per la prima stagione di Paolocannone.


Racoon - Voto Mercato: 5. Dai finalisti della Summer 2019 ci si aspettava qualcosa di più. Purtroppo sembra che i procioni, uno dei team più apprezzati d’Italia per tifo, vivano per cicli: hanno spesso bisogno di rifiatare da una stagione all’altra. Nonostante l’assortimento del team in se non si affatto da sottovalutare, si tratta pur sempre di giovani talenti da crescere, tutti italiani. Gran parte del merito, in caso di successo, sarà indubbiamente del coaching staff e del management. 

Manguste - Voto Mercato: 6. Compitino portato a casa per le Manguste. Conservato il posto con la vittoria del Promotion, il mercato per realizzare una squadra che possa puntare in alto non ha certo entusiasmato. Ottimo indubbiamente l’arrivo di Degh e Animale, mentre giungla e botlane sono ancora dei grandi punti interrogativi che, si spera, saranno finalmente risolti. In un modo o nell’altro.

C-Tier

Cyberground - Voto Mercato: 5. Sembra essere definitivamente tramontata la parentesi di gloria dei Cyberground, ormai relegata a un ruolo da comprimario nel panorama italiano di League of Legends. Lo conferma l’essersi affidata ancora una volta a vecchie conoscenze della scena competitiva come Crocomux e Haruhiro. L’unica nota positiva è aver dato fiducia a quattro giocatori su cinque di quelli che si sono guadagnati sulla Landa la permanenza nella massima serie: oltre ai due già citati sono stati confermati il jungler Vethorm e il botlaner Gama. Cambio solo per il ruolo di support: salutato MjrDee, è arrivato Fall1n.

Dropz - Voto Mercato: 8. Nonostante non sia un team che sulla carta sembra poter ambire a traguardi importanti, sulle potenzialità potrebbe essere la squadra sorpresa del campionato. Quasi tutti i componenti hanno infatti già giocato insieme, cresciuti nell’academy degli Outplayed e adesso pronti al grande salto. Il colpo di mercato consiste non tanto nel coraggio di dare spazio a giovani talenti ma quanto nell’aver scelto una formazione che ha già una propria sinergia. 

La partenze del campionato è fissata per lunedì 7 ottobre in cui spicca subito la potenziale rivincita della finale di EVC Summer: i Racoon affronteranno i Samsung Morning Stars alle 19:00, in contemporanea con MOBA ROG vs Dropz Esports e Outplayed vs Manguste Esports. Alle 21:00 chiude la prima giornata QLASH Forge vs Cyberground Gaming.

Al commento, come sempre, Francesco “Sarengo” Papa e Roberto “Slimo0” Zappia, in diretta sul canale Twitch ufficiale di ESL Italia.

Tutte le informazioni sui roster completi si trovano nella sezione dedicata di ESL Play.

Articolo a cura di Francesco "Deugemo" Lombardo

Close Menu