Finali EVC di Clash Royale - Torre dopo torre, ecco il nuovo campione!

Finali EVC di Clash Royale - Torre dopo torre, ecco il nuovo campione!

Roma, Palazzo dei Congressi. Due mesi intensissimi di competizione, otto giocatori e otto team diversi, di cui solo quattro qualificati. Questi sono ambientazione e preambolo di quelle che possono tranquillamente passare alla storia come le finali più entusiasmanti che ESL Vodafone Championship, sul campo di battaglia di Clash Royale, ha saputo regalarci.

E’ domenica a Roma, e sul palco di EVC l’atmosfera è tesissima. I quattro giovanissimi prescelti, ormai, li conosciamo: Mostema, Rob, Pasti e Chief Keef sanno perfettamente cosa li aspetta.

Questa è stata sicuramente una delle stagioni più indecise in assoluto dell’intera storia della competizione che vanta ormai parecchie edizioni all’attivo, ma non solo, possiamo considerarla anche quella più insapettata e qualitativamente più alta.

Basti guardare ai punteggi di qualificazione dei ragazzi: con l’ex campione in carica in fondo alla classifica con soli 3 punti e ben due new entry al top con 15 punti a testa, l’intera competizione è stata un colpo di scena unico.

Con il format scelto per queste finali, qualsiasi fattore di fortuna/sfortuna viene annullato. Si tratta infatti di un doppio bracket dove chiunque può avere la possibilità - con la giusta grinta e capacità - di riparare a qualsiasi singolo errore.

La prima sfida sarà tra Chief Keef e Pasti, tra la nuova stella del campionato e la nostra buona, vecchia Fenice che anche quando meno te lo aspetti riesce a infilarsi tra i qualificati con quei pochi punti che fanno la differenza.

Per ben tre finali Pasti è stato sempre presente a dettare le regole e i tempi del gioco ma Chief ha dato prova più e più volte di quanto sappia essere letale e decisivo.

Entrambi sono andati molto forti ultimamente con i temuti deck Beatdown, spaziando tra Pekka e Mega Cavaliere come tank principale.

Pasti inizia come suo solito a dare il ritmo con una difesa impeccabile, ribattendo sempre al momento giusto con la ormai quasi abusata Cimitero, che sarà carta chiave per questa sua prima vittoria.

Già al secondo match Chief decide di esprimersi, andando a mettere Pasti alle strette con uno scambio di torri e delle giocate di Golem davvero sensazionali. Ma il tempo è tiranno, e a decretare Pasti vincitore stavolta non sarà la Cimitero ma bensì lo spareggio.

Ormai siamo abituati a non aspettarci mai un 3 a 0 secco in EVC, e infatti il terzo game si risolve con due corone a favore di Chief Keef in una partita, da parte sua, davvero da incorniciare.

Anche la quarta partita non basta per decidere un vincitore e a emergere nel quinto match, conclusosi con l'ultimo game come spareggio, sarà Pasti.

Con questa vittoria, Pasti procede alla semifinale, dove dovrà scontrarsi con il vincitore del secondo match di Winner Bracket - Rob o Mostema.

Anche in questo caso, la storia è decisamente impossibile da scrivere in anticipo. Un Mostema decisamente in forma si trova a scontrarsi contro un Rob che ha spiazzato chiunque, forte di una stagione parecchio brillante.

Partite incredibili, giocate fino all’ultimo, e spareggi contati punto per punto sono il motivo ricorrente di questa serie.

I due ragazzi si rincorrono, prima Mostema, poi Rob, poi qualche brutto errore da parte di uno o l’altro ma nulla che possa mettere in dubbio le qualità dei due giocatori.

Un Golem iniziale discutibile di Rob regala a Mostema la seconda vittoria e anche un’opportunità di chiudere la serie alla prima occasione, che si lascia però sfuggire - o meglio, che si fa bellamente rubare - da un Rob che assolutamente non intende perdere senza redimere i propri errori.

Ad avere l’ultima parola è però il player in divisa Mkers, che avanza dritto dritto lasciando a Chief Keef l’onere - o l’onore - di scontrarsi di nuovo contro Rob.

Ma ora, non diamo un secondo di pace a Mostema che rincorrendo così ferocemente la vittoria deve subito rimettersi in gioco e sfidare Pasti per il posto definitivo alla finale.

Inizialmente, la fenice risorge dalle proprie ceneri e si prende la prima vittoria. Il secondo match lascia tutti impietriti sulle sedie: in un finale davvero troppo caotico, Mostema riesce a vincere con tre corone dopo che tutta l’attenzione di Pasti si era spostata su quella seconda torre che sarebbe stata decisiva - se non avesse lasciato scoperto il re.

E questa volta, il quarto game sarà anche l’ultimo, dopo che Mostema ha giocato una difesa magistrale con una Gelo estremamente versatile sia in attacco che soprattutto in difesa.

Ora Pasti torna in gioco contro il vincitore del loser bracket, e resta ancora da vedere chi sarà compagno di Mostema per queste finalissime.

Torniamo quindi a noi, a Rob e Chief Keef ancora indecisi sul da farsi. Viene data loro ancora una possibilità e assieme a questa occasione anche tantissima responsabilità. Chi arriverà in finale, dopo tutto questo tempo?

Finalmente compare, tra le mani di Chief Keef, il Golem di Elisir che però non riesce decisamente a giocare la sua partita ideale. Ma lui, ad uscire, non ci sta. Mette a punto una difesa impeccabile sui match successivi che gli consente di recuperare, finchè nel terzo round vince il Mastino più convincente - quello di Rob.

Alla fine, ancora una volta, per uno spareggio su appena un’ottantina di punti vita, si decreta il vincitore e aspirante secondo finalista di questa edizione di EVC. A scontrarsi contro Pasti - nell’ultima chance per il posto a fianco di Mostema - sarà, alla resa dei conti, Rob.

Manca poco ormai, la fine si avvicina.

Pasti è ancora qua, in corsa per il suo posto al sole e per una chance di tornare a vestire la corona. Ma sul suo cammino si è trovato Rob, che come abbiamo già detto è nel pieno delle sue forze e sicuramente desideroso di mettere la spunta, nella sua Bucket-List, alla conquista del titolo di campione di EVC.

Ci si porta subito sull’1 a 1 e, poco dopo, sul 2 a 2. Ma ci stupiamo ancora, ormai?

Pasti si presenta, al match decisivo, con i suoi amati Maialini e lo storico Mega Cavaliere - dall’altro lato, Rob porta un deck Golem molto veloce. La partita è tesissima è impossibile da decifrare ed è lo spareggio, ancora una volta, a decidere il vincitore.

La corsa alla vittoria di Pasti si ferma qua, mentre a Rob sarà data la seconda - e terza, forse - possibilità di alzare la coppa per la prima volta.

Eccoci, dunque, al culmine del torneo. La finalissima quest’anno si gioca in casa Mkers e Cyberground Gaming, Mostema contro Rob. Uno è un veterano del settore ma un nuovo arrivato nel torneo, l’altro ha già esperienza sul palco di EVC e ha sbancato nelle recenti competizioni internazionali.

Se uno - Mostema - ha alle spalle una stagione impeccabile, l’altro si è saputo distinguere per una foga mai vista, in grado di ribaltare qualsiasi risultato e di mirare sempre ad avere l’ultima parola.

Non c’è modo migliore per introdurre e riassumere questa finalissima.

Prima Best of 5, prima chance per Mostema di chiudere il torneo e portarselo a casa - unica occasione per Rob di prolungare il gioco nella speranza di vincere al secondo giro.

Se infatti a vincere dovesse essere Rob, si disputerà un’ulteriore serie il cui risultato deciderà il vero campione.

La serie inizia con un Rob incontenibile, che si porta sul 2 a 0 prima di essere recuperato in un pareggio da Mostema. Ormai è praticamente scontato che ad ogni 2 a 0 corrisponde un 2 a 2 uguale e contrario. Ora, riuscirà Rob a vincere la partita decisiva per avanzare e riprovare a portare a casa la corona?

La risposta è sì, in una partita dove gli ultimi secondi hanno fatto sicuramente trattenere il fiato a Mostema che si è visto preclusa la vittoria per una manciata di punti vita, strappati troppo tardi alla torre avversaria.

Necessario e doveroso passare a quella che - ora possiamo dirlo - sarà l’ultima e decisiva serie di questa edizione di ESL Vodafone Championship.

Il primo match è in mano a Rob, che è ora a due sole vittorie dall’alzare la tanto agognata coppa.

Rob è inarrestabile, insaziabile e niente possono le difese di Mostema che cadono anche sotto al secondo deck di Rob, con un Gigante Royale magistralmente gestito.

Sarà la maledizione della doppia finale, sarà l’emozione del pubblico o la scarica di adrenalina che solo una finale può dare, ma alla fine ad alzare la coppa è proprio Rob - che dopo averla sognata, cercata e dopo aver lottato per lei fino alla fine riesce a portarsela a casa col sorriso sulle labbra.

Va a concludersi così questa edizione invernale di EVC, ancora una volta sul campo di battaglia di Clash Royale, come sempre con una vagonata di emozioni che ciascuno di questi ragazzi si porterà nel cuore - almeno fino alla prossima stagione!

Articolo a cura di Silvia "Tsaneto" Gianola

Close Menu