Il dado è tratto: Playoff di Clash Royale

Il dado è tratto: Playoff di Clash Royale

Il tempo ormai è scaduto. Due dei quattro finalisti, Mostema e Chief Keef, sono già stati selezionati sulla base della performance durante il torneo. Gli altri due, invece, saranno decisi durante i Playoff: in due serie al meglio delle cinque, si scoprirà chi tra Legge, Pasti, Rob e Fizzo avanzerà, guadagnandosi un biglietto per Roma Capitale e l’Esport Fest, sede delle finali.

Novità importante: alle finalissime a Roma, si giocherà sia su Winner Bracket che su Loser Bracket, in questo modo assisteremo a molte più partite e chi dovesse avere un inizio caracollante potrà poi rifarsi successivamente.

Ma chi saranno i nostri finalisti? Andiamo a scoprirlo con i match dei Playoff.

La prima partita è tra Cyberground e Totem Esport, Rob contro Fizzo.

Gigante e Tornado sono le due crate prescelte dai ban di oggi: tanta paura nei confronti del Gigante di Fizzo, mentre eliminando la Tornado si prendono due piccioni con una fava - addio infatti anche al Boia che senza la combo perde sicuramente di efficacia.

Sistemata una delle combinazioni più letali di questo meta, andiamo a scoprire cosa saranno in grado di regalarci i nostri due ragazzi oggi.

Rob inizia col botto, come ha saputo fare per tutta la stagione. A torri inviolate, riesce a conquistarsi la prima vittoria costruendo un push efficacissimo dietro al Golem, insieme a Baby Drago e Strega Notturna.

Nel secondo match le cose iniziano a farsi più interessanti. Fizzo, incurante del suo stesso ban, decide di giocare un boia che funziona incredibilmente da diversivo. Incassa qualche colpo sulla torre di destra ma riesce a sfondare a sinistra con Scintilla e Golem d’Elisir, ricambiando la cortesia. Ma ormai EVC insegna che tirare sospiri di sollievo troppo precoci non è mai la scelta giusta: Rob ribalta la situazione rilanciando l’assalto prima sulla torre di sinistra e poi andando, con una splendida Fulmine, a distruggere anche quella di destra.

La terza partita è spettacolo puro. Giocata sul filo del rasoio, con un Fizzo consapevole che una eventuale sconfitta coinciderebbe con l’eliminazione dal torneo, questo match viene giocato secondo dopo secondo in una serie infinita di testa a testa e alla fine, Rob ha la peggio.

Su questa scia continua anche il quarto game, dove la situazione viene ribaltata alla fine grazie all’iniziativa di Rob, che si prende e porta a casa una doppia torre.

Ultima partita della serie, ultima chance per entrambi di procedere nel torneo. Si rivela l’ennesima prova di forza, in cui a essere protagonista è la difesa d’acciaio di Rob che risponde a ogni singolo colpo, fino a vincere - purtroppo, forse - per spareggio.

E’ stato dunque scritto il nome del nostro terzo semifinalista, che andrà a raggiungere Mostema e Chief Keef nella Hall of Fame. Chi sarà il loro ultimo sfidante?

Scopriamolo subito concentrandoci su quella che è la seconda serie online di oggi e l’ultima per l’intero torneo: Legge, per i Samsung Morning Stars, sfiderà Pasti per gli Emme Gaming.

I ban ricadono su Arciere Magico e, stavolta direttamente, sul Boia - carte insidiose e sicuramente letali in mano ai rispettivi proprietari.

E iniziamo subito col botto: da un lato un Pasti con un mazzo un po’ “scomodo”, che incassa subito la perdita di una torre. Eppure è in queste situazioni che il calibro dei giocatori fa la differenza. Con poche, semplici carte piazzate nel punto giusto al momento giusto, Pasti riesce a sfondare completamente entrambi le torre avversarie.

Mai lasciare un Mastino al centro libero di fare quello che vuole, soprattutto se accompagnato da un MiniPekka

Il secondo match risulta essere più tranquillo, con pochi, misurati testa a testa che alla fine spianano la strada al minatore di Legge: insieme alla Tornado, riesce a prendersi la prima vittoria della serie e il risultato torna sul pareggio.

Il terzo match è sipario per uno scontro tra un Mega Cavaliere nelle mani di Pasti e il Gigante Royale di Legge. La vittoria si consuma sul finale, dove Pasti riesce a costruire un assalto impossibile da difendere grazie al proprio tank, ad una Cimitero e una Palla di Neve millimetrica.

Potremmo avere ora l’ultimissimo match della fase online del torneo - tutto dipende da quanto Legge vorrà dar filo da torcere all’avversario. E infatti il buon player dei SMS si rimbocca le maniche e apre le danze andando a strappare la prima torre a Pasti, che dal canto suo riesce comunque a farsi sentire. E’ il contrattacco ad essere decisivo, con il Mastino e un timing incredibile riesce a devastare la torre opposta.

Una torre per una torre, non sufficiente per nessuno a decidere le sorti del match. Si riparte da zero quindi, in quelli che potrebbero essere i secondi cruciali per decidere l’assetto delle finali.

E come ci si poteva aspettare, il finale è degno di quello che è stato l’intero torneo. La Veleno di Pasti batte sul tempo il Mega Cavaliere di legge, che già balzato a torre, non riesce a dare i due ultimi colpi decisivi. Il campione è di nuovo in corsa per reclamare la corona: Pasti si aggiudica l’ultimissimo spot per le finalissime.

Che dire: sicuramente anche questa volta EVC non ha deluso. Ma sappiamo tutti che il meglio deve ancora arrivare. Una sola settimana ci separa dalle finali live all’esport fest di Roma, una sola settimana concessa ai nostri quattro ragazzi per prepararsi alle ultime sfide. Mattiaa ha già rimesso in gioco la corona, non riuscendo a qualificarsi: ma chi avanzerà a reclamarla è ancora un’incognita, che potrà essere risolta solo sul campo.

Close Menu