CSGO - cominciano i Playoff di EVC Spring Season 2020

CSGO - cominciano i Playoff di EVC Spring Season 2020

Si è conclusa la fase a gironi della ESL Vodafone Championship Spring Season 2020 e ora solo i migliori sei potranno sfidarsi per il titolo di campione italiano di Counter-Strike: Global Offensive.

Anche nel mondo degli esport la legge del più forte sovrasta ogni cosa e lo sanno bene i due team che dopo questa prima fase, quella a gironi, sono costretti a salutare la competizione.

Per gli eMMe (erano nel gruppo A) la fortuna, dopo una qualificazione più che “vantaggiosa”, si è girata di spalle mettendoli in un girone di fuoco; bisogna far notare che non si sono però abbattuti e dopo la comparsata del primo match, hanno venduto carissima la pella nella seconda e decisiva sfida, durata poi ben tre mappe. Un peccato non vedere più gioc che con 84 frag totali, circa una ventina di più rispetto al compagno più vicino, era il vero mattatore del team.

Un po rassegnati al titolo di cenerentola gli IGP (erano nel gruppo B) si arrendono con due netti 0-2 che lasciano poco spazio all’immaginazione o interpretazione; ancora troppo acerbi o forse, come altri predecessori illustri, non c’hanno creduto fin dal principio. Nonostante tutte le difficoltà un plauso a Gippo che per solo una frag non ha finito con il rapporto kill/death in pareggio.

Rimangono dunque solamente sei i team protagonisti di questa ESL Vodafone Championship Spring 2020 e ora dovranno affrontarsi nei playoff che per questa edizione hanno un formato “inedito” rispetto alle precedenti. Si tratta di una bracket a doppia eliminazione, con una Upper Bracket (UB o parte alta del tabellone) dove puoi anche permetterti di perdere un match e una Lower Bracket (LB o parte bassa del tabellone) dove non puoi più sbagliare, pena eliminazione immediata.

I migliori della classe, cioè HSL (erano nel girone A) e Qlash (erano nel girone B), sono gli unici ad aver vinto entrambi i match dei rispettivi gironi; come premio, hanno l’accesso diretto alle semifinali della parte alta del tabellone e questo significa risparmiarsi almeno un match ed essere ad un soffio dalla finale.

Oltre l’attitudine a vincere sono poche le somiglianze tra i due team. 

Gli HSL hanno un gioco molto aggressivo che gli ha garantito la possibilità di piazzare ben 32 bombe; come assi nella manica hanno i due macedoni Neno, che è l’unico in team ad aver abbattuto la soglia delle 103 frag ed Osama, che ha la miglior percentuale del torneo di HS fatti con 63,16. Si muovono più di team invece i Qlash e aspettando di vederli in azione contro team in grado di dargli fastidio, hanno come danno medio per round di team qualcosa come 81,58 punti vita; questo si riflette anche nel RWS di team (sistema utilizzato per dare un punteggio/voto alle prestazioni di ogni giocatore) che è 14,10 distaccando e molto ogni altro avversario.

Con la sicurezza dei playoff acquisita dopo un match inaugurale da urlo, sia Elites (erano nel gruppo A) che Manguste (erano nel gruppo B) sono stati ridimensionati. Gli Elites hanno dovuto fronteggiare problemi di costanza sul quintetto di partenza e ad oggi sono il team con più cambi, due per esattezza, durante la stagione; certezza e sempre titolare è Bibu che detiene il record di multi-frag del torneo (vengono considerate nel calcolo solo 3 o più frag) con ben 13. Le Manguste hanno ostentato uno stile di gioco studiato ma macchinoso; con gli ultimi ritocchi possono vendere cara la pelle soprattutto con uno zfour in forma smagliante, unico con un rapporto k/d in positivo. Nonostante i nomi e forse aspettative più alte, gli ExAequo (erano nel gruppo A) e HG (erano nel gruppo B) si sono dovuti sudare l’accesso ai playoff dopo essere stati sull’orlo del disastro. Da notare che (tenete presente che non tutti i team hanno pari match giocati) gli ExAequo hanno il maggior numero di frag totali e sono anche la squadra più attiva intorno al punto bomba con ben 39 quelle piazzate e 8 quelle disinnescate. Gli HG non hanno invece mezze misure, con le statistiche spalmate quasi in maniera uguale tra i vari giocatori; non sempre però gli imprevisti sono un male, il sostituto xen chiamato all’ultimo secondo, è l’unico giocatore tra i team non in semifinale, ad aver effettuato un ace (uccidere 5 giocatori avversari in un solo round).

Ma ora basta parlare, Giovedì 26/03 dalle H:19.00 non perdetevi su Twitch, www.twitch.tv/esl_it l’appuntamento con lo spettacolo dell’ESL Vodafone Championship Spring Season 2020.

Close Menu